HDT la tecnologia che veste italiano.


HDT è leader nel settore del controllo motori elettrici per l’automazione industriale progettando e producendo servo-azionamenti e servomotori tecnologicamente all’avanguardia.

Tecnologia intutiva.
Impegnati da oltre 50 anni a sviluppare e diffondere la migliore tecnologia per il controllo motore e azionamento motore, oggi progettiamo servodrive e motori sofisticati ma intuitivi da gestire.

Quando la potenza non è mai troppa.
Vantiamo una gamma di Servo-azionamenti con potenze fino a 130kW capaci di controllare motori brushless, motori asincroni e motori in corrente continua accompagnata da una gamma completa di motori brushless e motori in corrente continua a campo avvolto fino a 100kW di potenza. Per interagire con la meccanica abbiamo una gamma di Motoriduttori epicicloidali perfettamente integrabile con i nostri servomotori. Per soddisfare ogni vostra applicazione. 

Esperienza applicata.
L'innovazione passa attraverso le esigenze pratiche dei clienti raccolte in centinaia di applicazioni. I nostri prodotti sono pensati per dare una risposta concreta a tali esigenze. 50 anni di esperienza al servizio del cliente.

Sempre accanto a voi.
HDT dedica una grande attenzione e ampie risorse alla assistenza al cliente per la scelta del prodotto corretto per dare la certezza di aver scelto il prodotto giusto per la propria applicazione. Un servizio post-vendita tra i più veloci sul mercato, sempre facilmente e velocemente in contatto con i nostri tecnici. 

Consegne veloci.
La maggior parte dei prodotti standard vanta sempre un lead time breve e puntuale per coprire anche le emergenze.

Le nostre tecnologie:

HDT nel corso degli anni ha sviluppato le migliori tecnologie per l’automazione ed il controllo motore. Tra le nostre tecnologie figurano:

  • Servoazionamenti brushless.
  • Inverter V/f ed inverter vettoriali ad orientamento di campo ( FOC ).
  • Rigenerazione di rete tramite Active Front End ( AFE )
  • Servomotori brushless.
  • Servoattuatori lineari.
  • Motori brushless. 
  • Motori elettrici a corrente continua.
  • Motoriduttori e riduttori epicicloidali.
  • Sistemi di comunicazone Real Time : EtherCat – ProfiNet IRT – CanOpen – Modbus
  • Sistemi di retroazione:
  • Resolver – Encoder Incrementale – Encoder Assoluto SSI – Encoder Assoluto BISS – Encoder Assoluto EnDat

 

Storia.

1969-Trissino. HDT viene fondata da Mario Lovato sotto il nome di SGE Lovato per la produzione di convertitori DC e quadri elettrici. L’azienda si inserisce in una delle zone più avanzate d’Italia, tra Verona, Padua, Vicenza e Venezia

1970. SGE costruisce il suo primo convertitore AC/DC a tiristori utilizzato anche per i motori in DC.

1972-Monte di Malo. Presto furono necessari nuovi impianti produttivi. Nel 1972 viene aperta una nuova unità ingegneristica e produttiva nell’area industriale di Monte di Malo.

1972-1984. La costruzione di quadri e azionamenti si sviluppa parallelamente per una dozzina di anni fino a quando l'azienda decide di dedicare la propria attenzione esclusivamente alla tecnologia di controllo dei motori elettrici. SGE quindi lancia sul mercato diverse serie di azionamenti per applicazioni nel settore alimentare, nel nuovo ed emergente settore delle macchine confezionatrici, nelle macchine per la carta e la lavorazione della lamiera. Vanno ricordati i drive tipo Genesi e MiniGen, soluzioni stand-alone e a rack per il controllo dei motori in corrente continua a magneti permanenti.

1984.
Vengono realizzati i primi motori DC a magneti permanenti progettati da SGE ma costruiti esternamente dedicati al settore dell’automazione industriale che richiede alte prestazioni. 

1987.
Viene creata la società IN.CAL che si dedica alla lavorazione della carpenteria leggera.

1989.
Viene fondata ITALMOTORI S.r.l. Mario Lovato assieme ad altri tre soci, fonda una nuova società dedicata completamente alla progettazione, sviluppo e costruzione di motori elettrici.

1990.
Vengono realizzati i primo motori in corrente continua a campo avvolto fino a 108kW denominati “serie A”.

1992.
SGE rinnova completamente la propria sede e allestisce uno specifico laboratorio di prove di compatibilità elettromagnetica accanto alle proprie strutture di ricerca e sviluppo. Viene sviluppato il nuovo azionamento TGB, un top di gamma per il controllo dei motori DC a campo avvolto.

1994.
SGE e ITALMOTORI producono insieme i primi motori ed azionamenti brushless. Nasce Luxor, il primo servo-azionamento brushless dell'azienda.

1999.
I motori brushless tipo BMS vengono riprogettati e nasce la nuova Serie “B” di motori con prestazioni migliorate e dimensioni ridotte. Viene sviluppato il servo-azionamento Digimove, il primo drive brushless completamente digitale.

2001.
Viene creata HDT, nuova realtà realizzata dalla fusione di SGE ed ITALMOTORI per concentrare le loro attività sotto un unico logo.

2004.
HDT sviluppa il successore dell’azionamento DiGiMove e nasce il drive DGM dedicato ai brushless. Più compatto, presenta maggiori funzionalità rispetto al predecessore tra cui numerosi applicativi software. Vengono introdotti anche i bus di comunicazione CANOpen CiA402 e Modbus RTU.

2007.
L'azienda lancia sul mercato dei mini azionamenti analogici in bassa tensione per motori brushless e per motori in corrente continua: le serie MicroAX e MicroStar.

2008.
Nuova serie di servoattuatori lineari brushless con albero cavo. Serie BSD / BSP.

2010.
HDT crea DGFox60 un drive estremamente piccolo e completamente digitale che mutua tutta la tecnologia del drive di punta DGM.

2012.
Per contrastare l’avanzata dei drive a 230V di origine asiatica viene sviluppato il drive digitale compatto TomCat orientato ai bus di campo.

2014.
A pochi anni dal lancio viene rinnovato completamente DGFox che diventa “EVO” dotato di nuovo microprocessore e numerose nuove funzionalità tra cui EtherCat e ProfiNet.

2015.
Suggellata partnership con la Taiwanese Techmation leader nei controlli numerici per macchine per l’iniezione della plastica. Inizia lo sviluppo del mercato asiatico.

2016.
Rinnovato il drive TomCat che con microprocessore nuovo si trasforma in TomCat Evo con 4 bus di campo ( CanOpen, ModBus, EtherCat, ProfiNet ), multi feedbacks, sistema di Sicurezza certificati e molte altre funzionalità.

2018.
Pensionamento per il drive DGM sostituito dal drive NTT. Le potenze passano da 40kW a 130kW. Nuovi bus di campo, sistemi di sicurezza hardware e software, multi feedbacks e nuovi applicativi che lo rendono in grado di gestire sia motori brushless che asincroni che in corrente continua a MP.

2020.
Certificazione ProfiNet RT e IRT e ProfiDrive. Primi in Italia nel settore dei drive ad ottenere la certificazione Siemens su IRT classe 4.

2021. Rinnovamento serie B con l’introduzione dei motori tipo BH con tecnologia a cave concentrate.